Angelo Aparo

Identità sconosciuta

 

Nel corso della notte fra il 17 e il 18 di ottobre, è stato ritrovato un quadro che, solo e abbandonato, non porta alcun segno delle proprie origini. Diversi esperti nel campo dell'arte e della psicologia sono giunti oggi al commissariato dove il quadro è stato temporaneamente appoggiato nel tentativo di decifrarne la provenienza.

Fra questi, lo storico dell'arte Stefano Zuffi, al quale gli agenti in servizio e un paio di persone che erano state arrestate nel corso della notte hanno rivolto numerose domande.

L'unica dichiarazione rilasciata dall'esperto di Storia dell'arte è stata però:

"Al momento, è possibile dire con certezza solo che il quadro pone a chi lo guarda una domanda sulla propria identità; d'altra parte, già 20 mila anni fa, con i primi graffiti nelle grotte di Lascaux, l'uomo lasciava segni della propria presenza con il solo scopo di prendere confidenza con la propria identità.

Ecco il quadro in dimensioni più ampie, nella speranza che chi lo osserva possa riconoscervi un segno, un tema che aiuti a ricostruirne la provenienza.
 

Altre notizie della 4S